Adanella Rossi

 Vengo dall’alta Garfagnana (LU) ma ho studiato e vivo a Pisa. Mi sono laureata in Agraria con una tesi sull’agricoltura biologica (era la fine degli anni ’80…) e da lì è partita la passione per lo studio di un’altra agricoltura e di un altro rapporto con il cibo... Questa scelta è stata importante per la mia vita. Sarei una persona diversa se avessi intrapreso altre strade, sono sicura.
Come anche sarei diversa se non avessi avuto la fortuna di incontrare persone che mi hanno aperto mondi che non conoscevo, in cui sono entrata con la mia vita e spesso, con grande soddisfazione, anche il mio lavoro di ricercatrice. Così all’agricoltura biologica ho unito le relazioni dirette tra produzione e consumo, l’economia solidale, l’agrobiodiversità, l’agroecologia...
Dai primi anni 2000 faccio parte di un Gruppo di Acquisto Solidale e ho seguito, dagli stessi anni, la nascita del Distretto di Economia Solidale dell’Altro Tirreno, in cui sono tuttora coinvolta. All’intero del DES, nel 2011, ho contribuito a costituire una CSA (Community Supported Agriculture) che ancora comprende le persone a cui sono più legata. Ora stiamo sperimentando con l’agricoltura sinergica, sotto lo sguardo ironico del nostro Radwan (che comunque continua a produrci lui le verdure…). Un’altra esperienza importante, dentro il DES, è la coltivazione di grano su 4 ettari degli usi civici, vicino a Pisa. Con questo impegno diretto nel sostegno alla biodiversità (sin da subito ci siamo orientati verso varietà prese da Rosario Floriddia), il legame con Rete Semi Rurali si è ulteriormente rafforzato, fino alla scelta di aderire come DES, nella convinzione della possibilità di arricchimento reciproco. Ed eccomi qua.