Letture Suggerite

Questa sezione del sito presenta alcune delle pubblicazioni più rilevanti inerenti le nostre attività. In particolare presentiamo i lavori pubblicati con la casa editrice Pentagora con cui Rete Semi Rurali ha sviluppato una collana specifica legata alla sementi e all'agricoltura contadina.

Buona lettura!

Se volete contribuire alla biblioteca inviateci segnalazioni a info@semirurali.net o libri alla nostra sede di Scandicci.

Nikolaj I. VAVILOV

L'origine delle piante coltivate

I centri di diffusione della diversità agricola (1926)

 

traduzione e cura di Caterina M. Fiannacca, revisione scientifica di Oriana Porfiri

ed. Pentàgora e Rete Semi Rurali, Savona 2015, 258 pagine - 14 euro

 

Prima traduzione italiana del capolavoro di uno dei giganti nel mondo della genetica agraria del Novecento, il primo a riconoscere i centri di origine delle piante coltivate, e a capire che la conservazione della diversità è essenziale per lo sviluppo dell’agricoltura e la sopravvivenza dell’umanità.

Nelle ricerche di Nikolaj Vavilov trovano fondamento gli attuali studi sulla genetica delle popolazioni e sulla biodiversità agraria.

Il tenero, il duro, il turanico, i farri, le varietà locali e quelle "migliorate" per selezione massale, incrocio e mutagenesi indotta. Il libro introduce alla conoscenza dei frumenti, attraverso l'osservazione delle loro caratteristiche di forma e delle fasi colturali che ne accompagnano lo sviluppo. Contiene l'elenco e la descrizione sommaria di oltre 400 nomi e sinonimi di varietà di grano tenero e duro coltivate in Italia tra la fine del XIX secolo e la metà del XX.

Il libro è frutto di una collaborazione editoriale tra Pentàgora edizioni e Rete Semi Rurali.

di Oriana Porfiri, Pentàgora e Rete Semi Rurali, Savona 2013, € 12

Massimo ANGELINI
Ecologia della parola

ed. Pentàgora, Savona 2017, pp. 103 - 10 euro

Dall’origine di alcune parole di uso comune, alle radici del nostro tempo e della confusione che lo anima: questa è la traccia del libro, che si propone come un abbecedario o una modesta bussola per incoraggiarci a scegliere da che parte stare.
Per un mondo a misura di persona o d’individuo? Orientato alla cultura o all’usura? Per un modo dialogico di essere in relazione col mondo e gli altri o perché prenda il sopravvento il monologo di un io sempre più isolato, sempre più infelice?

 

 

Giulio CATONI

La coltura delle patate

Tecniche di coltivazione, conservazione, rigenerazione

 

ed. Pentàgora, Savona 2014, 208 pagine - 12 euro

 

Caratteri botanici, Varietà, Condizioni di clima e terreno, Inverdimento, Pregermogliazione, Semina, Lavori colturali, Conservazione, Utilizzazione, Malattie, Danneggiamenti, Alterazioni, Degenerazione, Prevenzione, Selezione 

Un manuale pratico che riunisce gli studi di G. Catoni sulla pataticoltura pubblicati tra il 1936 e il 1941, per molti aspetti ancora oggi insuperati, scritti in forma rigorosa e divulgativa sulle migliori tecniche che ciascun agricoltore può adottare non solo per la coltura delle patate, ma anche per affrontare i problemi legati alla loro degenerazione, attraverso procedure semplici di pregermogliazione, conservazione, selezione e moltiplicazione.

Giulio CATONI (Trento, 1869-1950) Agronomo, ha presieduto il Consiglio Provinciale dell’Agricoltura di Trento dal 1918 al 1925 e l’Istituto Provinciale di San Michele all’Adige dal 1945 al 1949. Specialista in fitopatologia, micologia e Parassitologia, è considerato il pioniere degli studi sulle patate da seme e sulle malattie da degenerazione infettiva delle viti.