Letture Suggerite

Questa sezione del sito presenta alcune delle pubblicazioni più rilevanti inerenti le nostre attività. In particolare presentiamo i lavori pubblicati con la casa editrice Pentagora con cui Rete Semi Rurali ha sviluppato una collana specifica legata alla sementi e all'agricoltura contadina.

Buona lettura!

Se volete contribuire alla biblioteca inviateci segnalazioni a info@semirurali.net o libri alla nostra sede di Scandicci.

Vasyl BARKA

Il principe giallo

Lo sterminio per fame dei contadini in Ucraina - romanzo

traduzione e cura di Alessandro Achilli

Pentàgora, Giugno 2016

pp. 311 - 14 euro

 Di questa tragedia, consumata in Ucraina tra il 1932 e il 1933, in Italia si sa poco. Non è passata, non si studia a scuola. Eppure a 1300 km dall'Italia, a 700 da Auschwitz, in due anni è stato fatto morire un numero incalcolabile di contadini con le loro famiglie. Chi dice 2 milioni di persone, chi ne ha contate 8 milioni. Non si può sapere. Ma sappiamo che sono stati fatte morire di morte violenta, deportazione e, soprattutto, per fame. Nelle case tutto il cibo - tutto - veniva requisito e a quel punto non restava che attendere di spegnersi, a poco a poco, una persona dopo l'altra. E chi tratteneva anche solo un poco del proprio grano - bastavano cinque spighe! Cinque, come quelle che stringe al petto la bambina raffigurata in copertina - veniva considerato ladro della proprietà socialista e passato per le armi.

Nuova pubblòicazione di Bioveristy International sui diritti degli agricoltori. Contiene un articolo di Riccardo Bocci e Enrico Bertacchini e uno di Salvatore Ceccarelli.

 Di seguito il comunicato dell'editore.

L’UOMO CHE VOLEVA NUTRIRE IL MONDO

I PRIMI 150 ANNI DI NAZARENO STRAMPELLI

Il libro, pubblicato in occasione del 150° anniversario della nascita del genetista agrario Nazareno Strampelli (1866-1942), condensa in un centinaio di pagine i risultati di nove anni di ricerche svolte dall’autore per restituire al lettore un personaggio, oggi riconosciuto come il precursore della “Rivoluzione verde”, spogliato dalla retorica e calato in una dimensione che lo rende “uomo tra gli uomini”.