Si sono svolte nel Lazio 3 visite in campo presso le aziende che per il primo anno, grazie alla collaborazione tra Rete Semi Rurali e ARSIAL, hanno seminato la popolazione evolutiva di grano tenero che si sta evolvendo in Toscana dal 2010.

Nonostante l'emergenza sanitaria in corso, siamo riusciti a fare 3 incontri, rispettando distanziamento e misure di sicurezza, con la partecipazione in totale di circa 70 persone. A tutte e 3 le visite hanno partecipato Salvatore Ceccarelli e Stefania Grando.

Tutte e 3 le aziende visitate si sono mostrate molto soddisfatte e ci sono in tutti i casi interessanti possibilità di sviluppo delle filiere locali nelle diverse province del Lazio.

In provincia di Viterbo, l'Azienda Fornovecchino, ha un mulino di proprietà con cui già da tempo trasforma diversi tipi di cereali di varietà locali. Il produttore, Claudio Pagliaccia, ci ha tenuto a dire che la sua soddisfazione in campo sarà confermata dai risultati nella trasformazione. Durante l'incontro si sono gettate le basi per l'organizzazione di incontri locali con panificatori e produttori interessati lavorare con la popolazione per sviluppare una filiera. All'incontro, che si è tenuto il 23 giugno, era presente anche Armando Aquilani, dell'Azienda Tenuta Giovanna che ha seminato la popolazione a Montalto di Castro, altro comune del Viterbese, nell'area costiera.

In provincia di Frosinone, il 2 Luglio, presso l'Azienda Fallena, si sono radunate circa 30 persone, molte delle quali provenienti dalla zona, interessate alla popolazione. La figlia del produttore di Atina (FR) ha una pasticceria e conta di sperimentare in quel contesto l'uso della popolazione. Altre reti locali hanno partecipato all'incontro provenienti dall'area di confine con la Campania, a San Vittore, dove è stata seminata la popolazione sempre grazie alla collaborazione con ARSIAL e dalla zona del lago di Posta Fibreno dove la popolazione è gia in produzione da qualche anno e si stanno facendo sperimentazioni sul processo di panificazione.

In provincia di Rieti, il 3 Luglio, un gruppo di produttori della Filiera dei grani antichi del reatino, si sono riuniti presso l'Azienda FarFarina di Castelnuovo di Farfa che sta costruendo un mulino proprio con l'obiettivo di lavorare con i piccoli produttori locali e sulle varietà locali. Il lavoro sulla popolazione è cominciato in questa azienda, ma con grande interesse del resto dei produttori della filiera, fin dalla semina. Anche qui la possibilità di sviluppare una filiera locale è promettente.

I tecnici ARSIAL, guidati dalla Rete Semi Rurali, hanno effettuato rilievi in tutti e 6 i campi, compreso quello della Coop.Agricoltura Nuova a Roma oer avere dati sul primo anno di popolazione nella regione.

 ARSIAL progetti