Questa decisione di sospensione dei mercati sta causando gravissimi danni alle aziende agricole biologiche (e non solo) che vivono esclusivamente o prevalentemente di vendita diretta.

Invitiamo tutti gli associati che fanno vendita diretta ad utilizzare la lettera, contestualizzandola in base alle proprie esigenze aziendali e locali.
Naturalmente dovrete assicurare che eviterete gli assembramenti, il rispetto delle distanze di sicurezza, la richiesta dell'uso della mascherina e dei guanti da parte dei clienti (e vostra, naturalmente) e tutte le altre misure che riterrete opportune per mantenere distanziate le persone.

Fatevi sentire, chiedete aiuto e solidarietà da parte delle autorità locali, sforzatevi di continuare a fornire un servizio ai consumatori.

Più aziende agricole si mobilitano sui propri territori più riusciamo a fare massa critica.

A coloro che che si attiveranno nei propri territori chiediamo di tenerci informati, anche noi abbiamo bisogno di capire come si evolve la situazione in tutto il territorio veneto.

Grazie e buon lavoro a tutti,

ELENA ROLLO
responsabile amministrazione/progetti

 

A.Ve.Pro.Bi.
Associazione Veneta dei Produttori Biologici e Biodinamici
Via Manzoni, 99 - 37059 Campagnola di Zevio (VR)
p.iva 02908680230 - c.f. 02355810280
www.aveprobi.org