La Regione Basilicata si aggiunge all'elenco delle Regioni che hanno una legge che tutela la biodiversità locale, avendo approvato il 14 ottobre 2008 la legge n. 26 "Tutela delle risorse genetiche autoctone vegetali ed animali di interesse agrario" (B.U. Regione Basilicata N. 50 del 16 ottobre 2008)

Da giovedi sera fino a domenica mattina si sta tenendo il Colloquio Internazionale di Agroecologia ad Albi (Francia), organizzato da Gli Amici della Terra, Nature et Progrés, Réseau Ecobatir, Universidad de Cordoba, la Ligne d'horizion et la Confederation Paysanne. Diversi i temi in discussione, dalle pratiche agricole alternative, all'acceso alla terra, alle sementi per finire con l'agricoltura urbana. 

In seguito alla nostra lettera in cui chiedevamo un aiuto per la collezione di alberi da frutto detenuta da Archelogia Arborea, qualche giorno fa abbiamo ricevuto la risposta della Regione Umbria. Nella lettera (scaricabile dal nostro sito) la Regione fa presente che non ha la "strumentazione programmatica e finanziaria idonea" e rimanda ai bandi del Piano di Sviluppo Rurale come strumento di aiuto.
Crediamo che la Regione avrebbe e dovrebbe fare di più sia per dare attuazione alla sua legge regionale di tutela della biodiversità agricola, sia per dare implementazione al Trattato FAO sulle risorse genetiche agricole. In ogni caso sarà nostra cura informare i lettori del sito sui seguiti di questa vicenda

Comunicato stampa dalla Rete Semi Rurali. Quando gli agricoltori sparano ad altri agricoltori...

La Rete Semi Rurali solidarizza con José Bové e gli altri "falciatori volontari" la cui condanna è stata richiesta il 27 e 28 agosto scorso nel processo di Bordeaux per il loro tentativo di parziale distruzione di una rilevante quantità di mais Geneticamente Modificato